POLITICA Anti-corruzione

POLITICA Anti-corruzione

                                                                                                                                                       POLITICA
                                                                                                                                                  Anti-corruzione
                                                                                                                                                TROTON Sp. z o. o.

 

 

                                                                                                                                         LA NOSTRA VISIONE

TROTON Sp. z o.o. opera secondo i più elevati standard etici.
                                                                                                                                 

                                                                                                                                         IL NOSTRO OBIETTIVO
Garantire un modello di business onesto e trasparente della società TROTON che garantisca fiducia, sicurezza, libera concorrenza e valore per tutti le parti interessate della società TROTON.

 

                                                                                                                                             I NOSTRI OBBLIGHI

 

  • Nell’ambito delle nostre attività quotidiane, operiamo in conformità con i valori e gli standard dell’azienda TROTON
  • Non tolleriamo comportamenti corrotti che implicano l’abuso di posizioni o funzioni al fine di ottenere indebiti benefici finanziari o personali
  • Costruiamo e verifichiamo attivamente la consapevolezza degli atteggiamenti etici e delle minacce di corruzione tra i nostri dipendenti e collaboratori
  • I rappresentanti della direzione TROTON sono tenuti a creare un ambiente di lavoro basato sul rispetto degli standard etici e sulla conformità alle normative applicabile
  • Evitiamo conflitti di interesse che potrebbero minare la nostra integrità e credibilità
  • Rispettiamo le normative interne di TROTON relative a spese e regali
  • Identifichiamo e gestiamo il rischio di frodi e minacce di corruzione in modo responsabile e consapevole
  • Segnaliamo e spieghiamo casi di violazioni di leggi e regolamenti interni relativi alla lotta alla corruzione e intraprendiamo immediatamente adeguate azioni disciplinari e correttive
  • Rispettiamo le disposizioni delle normative anticorruzione in tutti i luoghi in cui viene svolta la nostra attività.

 

                                                                                                                                                        AMISSIONE

  • Il crimine di corruzione ostacola lo sviluppo economico, viola la libera concorrenza, aumenta i costi delle attività commerciali, riduce la sicurezza e la qualità dei prodotti e dei servizi, che possono minacciare gli interessi e distruggere l’immagine di qualsiasi entità partecipante alle transazioni commerciali.
  • La corruzione e gli abusi ad essa correlati comportano responsabilità penali per le persone che commettono tali pratiche e conseguenze per l’azienda stessa. L’accettazione di attività corrotte ostacola la gestione di un’impresa, limita la possibilità di promuovere servizi e prodotti, può impedire l’appalto di appalti pubblici e minaccia di elevate sanzioni finanziarie.
  • La politica anticorruzione di TROTON riflette le buone pratiche internazionali nella prevenzione, individuazione e risposta alla corruzione, identificazione di minacce tecnologiche, finanziarie e relative all’immagine legate alla corruzione e altri comportamenti corrotti che potrebbero danneggiare gli interessi economici di TROTON.
  • Una prevenzione efficace della corruzione richiede l’implementazione di soluzioni di sistema basate sull’analisi delle informazioni disponibili all’interno dell’organizzazione e ottenute da fonti esterne.
  • Le soluzioni anticorruzione proteggono dalle attività di corruzione definite legalmente e contrastano anche la cattiva gestione, i conflitti di interesse gestiti in modo improprio o la collusione dei contraenti in caso di loro relazione con la corruzione.
  • La realizzazione della politica anticorruzione di TROTON aumenta la sicurezza nei rapporti con gli appaltatori di aziende e rafforza la comunicazione all’interno dell’organizzazione.

 

                                                                                                                                                                § 1

                                                                                                                                               Disposizioni generali

  1. La politica anticorruzione è la base formale per l’attuazione del sistema di prevenzione della corruzione nella società TROTON, che regola i rapporti tra dipendenti, entità e persone che rappresentano la società TROTON, appaltatori, fornitori, clienti e rappresentanti della pubblica amministrazione.
  2. Il Sistema Anticorruzione è implementato nella società TROTON e gestito dal Consiglio di Amministrazione fornendo una serie di mezzi, forme e metodi per prevenire e rilevare la corruzione e le frodi correlate.
  3. Il Sistema Anticorruzione è composto da: coordinatore anticorruzione, unità organizzative che gestiscono strumenti analitici e di rendicontazione nonché principi di supervisione e attuazione della politica anticorruzione di cui al § 6 della presente politica.
  4. La politica mira in particolare a:
    a) contrastare e rilevare eventi di corruzione attraverso l’implementazione di soluzioni di sistema;
    b) identificare le minacce, valutare i rischi e adottare misure per proteggere gli interessi economici della società TROTON;
    c) avviare attività di controllo o revisione contabile al fine di valutare gli eventi e determinare la responsabilità delle persone sospettate di corruzione, inclusi dipendenti e rappresentanti della società TROTON che trascurano l’attuazione e l’applicazione delle norme anticorruzione;
    d) attuazione delle regole di condotta dei dipendenti e dei rappresentanti della società TROTON che aumentano la sicurezza anticorruzione, compresa la lotta alla frode, la cui base può indicare la corruzione;
    e) plasmare la consapevolezza delle persone che prendono decisioni commerciali nell’ambito dell’identificazione e della lotta al comportamento corrotto.

 

                                                                                                                                                                   § 2

                                                                                                                                                             Definizioni
I termini utilizzati nel Sistema Anticorruzione indicano:
La corruzione è una violazione degli obblighi di integrità e conformità alla legge applicabile da parte di pubblici ufficiali o persone responsabili nel settore pubblico privato in relazione alle loro posizioni, funzioni svolte o responsabilità a loro affidate, oltre a beneficiare di tali attività, causate direttamente e indirettamente a seguito della promessa , beneficio finanziario o personale, proposto o previsto, per te o per terze parti. Il termine corruzione comprende anche la corruzione economica, che può assumere la forma di corruzione clericale o gestionale.


Un pubblico ufficiale
è una persona fisica che svolge una funzione pubblica nel significato attribuito a questo concetto nell’ordinamento giuridico del paese in cui TROTON sp.z o.o. opera.
Un dipendente è una persona impiegata presso TROTON Sp.z o.o. sulla base del contratto di lavoro, indipendentemente dall’orario di lavoro specificato nel contratto di lavoro.
Il contraente è una persona fisica o giuridica o un’unità organizzativa senza personalità giuridica, che è parte dell’accordo concluso da TROTON sp.z o.o. o fornire servizi a TROTON sp.z o.o. sulla base del contratto / ordine o di una persona fisica o giuridica o di un’unità organizzativa senza personalità giuridica con cui TROTON sp.z o.o. conduce colloqui per concludere un contratto o aggiudicare un ordine / ordine.
I rappresentanti  sono tutte le entità o persone che rappresentano TROTON sp.z o.o. in contatto con appaltatori, fornitori, clienti e istituzioni statali o locali, nonché con tutte le entità e persone che supportano TROTON sp.z o.o. nell’acquisizione di clienti o nella vendita di prodotti o servizi per conto di TROTON Sp.z o.o.
Un informatore è una persona la cui segnalazione di informazioni sulla possibilità di commettere un reato, la divulgazione di irregolarità o la violazione delle norme interne in relazione alle attività di TROTON sp.z o.o. può influire negativamente sulla sua situazione professionale.
Il coordinatore anticorruzione è una persona dell’unità organizzativa responsabile della sicurezza di TROTON sp.z o.o. gestire l’acquisizione, l’analisi e lo scambio di informazioni nell’ambito del sistema anticorruzione.
Un conflitto di interessi, ai fini della presente Politica, è inteso come una situazione in cui dipendenti o rappresentanti di TROTON sp.z o.o. coinvolto nella realizzazione di processi aziendali TROTON sp.z o.o. avere – direttamente o indirettamente – un interesse finanziario, economico o personale che può essere visto come una minaccia alla loro imparzialità e indipendenza in relazione al processo in corso, che può portare alla corruzione o ad altre irregolarità.
I processi aziendali monitorati sono attività commerciali implementate in TROTON Sp.z o.o., in cui vi è cooperazione con appaltatori, fornitori, clienti e istituzioni statali e locali.

 

                                                                                                                                                                § 3

 

                                                                                                              Garantire la conformità ai requisiti legali e agli standard etici

    1. La politica presuppone l’obbligo per tutti i dipendenti e rappresentanti della società TROTON di conformarsi alle leggi anticorruzione introdotte in tutti i paesi in cui la società TROTON svolge le proprie attività, tra cui:
    2. a) la Convenzione OCSE sulla lotta alla corruzione di pubblici ufficiali stranieri nelle transazioni commerciali internazionali;
    3. b) Legge del Parlamento britannico sulla corruzione (The Bribery Act, 2010);
    4. c) l’American Foreign Corrupt Prctitices Act (FCPA);
    5. d) Legge canadese sulla corruzione degli stranieri pubblici, 1999.
    6. Fermo restando l’obbligo di cui al par. 1 sopra, la politica impone a tutti i dipendenti e rappresentanti della società TROTON l’obbligo di rispettare i principi di etica, integrità e conformità alla legge applicabile in tutte le attività intraprese, in particolare nelle transazioni commerciali in relazione a persone fisiche, appaltatori, istituzioni pubbliche e organizzazioni sociali.

 

                                                                                                                                                                 § 4

 

  1.  Dipendenti e rappresentanti della società TROTON sono vietati da atti come:

 

Vendite – I dipendenti e i rappresentanti non possono, in connessione con lo svolgimento di attività svolte a beneficio della Società TROTON, accettare proprietà o benefici personali o la loro promessa, anche per comportamenti che costituiscono una violazione della legge, o subordinare lo svolgimento di tale attività alla ricezione di beni o benefici personali.
Corruzione– dipendenti e rappresentanti non possono concedere benefici finanziari o personali a chiunque svolga una funzione pubblica in relazione all’esercizio di tale funzione. Dipendenti e rappresentanti non possono inoltre intraprendere azioni il cui scopo è persuadere una persona che svolge una funzione pubblica a violare la legge o concedere o promettere di fornire a tale persona un vantaggio finanziario o personale in caso di violazione della legge.
Scambio di influenza – protezione passiva retribuita – I dipendenti e i rappresentanti non possono, citando influenza e posizione nella società TROTON, o provocando la convinzione di un’altra persona o confermando la loro fiducia nell’esistenza di tale influenza, intraprendere una mediazione nel risolvere la questione in cambio di guadagno finanziario o personale o sua promessa.
Scambio di entrate – protezione attiva pagata – I dipendenti e i rappresentanti non possono concedere o promettere di fornire benefici materiali o personali in cambio di mediazione nel risolvere la questione in uno stato, governo locale, organizzazione internazionale o nazionale o in un’unità organizzativa estera con fondi pubblici costituiti da illeciti esercitare influenza sulla decisione, azione o omissione di atti da parte di una persona che svolge una funzione pubblica in relazione all’esercizio di tale funzione.
Corruzione manageriale – Dipendenti e rappresentanti non possono chiedere o accettare alcun vantaggio o promessa finanziaria o personale in cambio di abuso dei diritti loro concessi o inadempimento dei loro obblighi che possono causare azienda TROTON in cui sono impiegati, danni alla proprietà o costituire un atto ingiusto concorrenza o un atto preferenziale inaccettabile per l’acquirente o il destinatario di un bene, servizio o servizio.
Manipolazione delle offerte – I dipendenti e i rappresentanti non possono, al fine di conseguire un guadagno finanziario, contrastare o ostacolare l’offerta o stipulare un accordo con un’altra persona che vada a discapito del proprietario dell’immobile o della persona o istituzione per la quale viene effettuata l’offerta.
1.Dipendenti e rappresentanti non possono, in relazione all’offerta, divulgare informazioni o celare circostanze rilevanti rilevanti per la conclusione del contratto oggetto dell’offerta o stipulare un accordo con un’altra persona, agendo a danno del proprietario dell’immobile o della persona o istituzione per cui viene effettuata l’offerta.

  1. È vietato concedere deleghe per rappresentare o eseguire azioni per conto di TROTON sp.z o.o. le persone la cui partecipazione ai loro processi può causare ragionevole sospetto di parzialità o altri interessi finanziari, economici o di altro genere rispetto all’interesse del preponente che conferisce la procura.
  2. Forme e metodi dettagliati per contrastare e rilevare i comportamenti descritti nel §4 della presente Politica sono stabiliti nelle Regole di supervisione e attuazione della Politica anticorruzione di TROTON sp.z o.o. elencati al §6 della presente Politica.

 

                                                                                                                                                         § 5

 

                                                                                          Responsabilità del consiglio di amministrazione di TROTON Sp.z o.o.

    1. Il consiglio di amministrazione di TROTON Sp.z o.o. è obbligato a:

a) attuare la politica come standard di TROTON Sp.z o.o., nonché condurre revisioni sistematiche e aggiornamenti al fine di aumentarne l’efficacia;

b) identificazione permanente dei rischi di corruzione nei processi aziendali;

c) Garantire la trasparenza nei contatti con appaltatori, fornitori, clienti e pubblica amministrazione nella misura in cui non viola il segreto commerciale;

d) Istituzione, manutenzione e sviluppo di canali di informazione anonimi su irregolarità, incluso il comportamento di corruzione in TROTON Sp.z o.o .;

e) Garantire il necessario anonimato per gli informatori che agiscono in buona fede e nell’interesse di TROTON Sp.z o.o .;

f) Sviluppare e integrare i propri sistemi anticorruzione a livello di database e scambiare informazioni in conformità con i Principi di cui al § 6 della presente Politica;

g) il rafforzamento delle strutture organizzative responsabili della lotta e della rilevazione della corruzione, garantendo l’accesso alle informazioni e i mezzi tecnici per la raccolta e l’analisi delle informazioni;

h) Assegnazione della funzione di coordinatore anticorruzione presso TROTON Sp.z o.o.
i) Garantire un’efficace comunicazione interna ed esterna al fine di consentire la familiarizzazione con la Politica di dipendenti, rappresentanti di TROTON Sp.z o.o., clienti o appaltatori;

j) fornire formazione nel campo della lotta alla corruzione per i dipendenti, in particolare in posizioni manageriali e con un alto livello di rischio di corruzione;

k) Applicazione del principio di documentazione di eventuali attività anticorruzione.

 

                                                                                                                                                                 § 6

 

                                                                                                 Principi di supervisione e attuazione della politica anticorruzione presso

                                                                                                                                                  TROTON Sp.z o.o.


1.  TROTON Sp.z o.o. si impegna a sviluppare, attuare e realizzare le seguenti procedure:
a) “Regole per il monitoraggio della sicurezza dei processi aziendali presso TROTON Sp.z o.o.”;
b) “Regole per la verifica della sicurezza e della credibilità degli appaltatori TROTON Sp. z o.o.”;
c) “Norme per la segnalazione anonima di irregolarità in TROTON Sp.z o.o.”;
d) “Regole per accettare e fare regali in TROTON Sp.z o.o.”;

2. Il coordinatore anticorruzione è responsabile di:

a) Sviluppo, implementazione, implementazione e aggiornamento in TROTON Sp.z o.o. Regole elencate al §6 della presente Politica;
b) Definizione e aggiornamento dell’elenco dei processi aziendali monitorati nell’ambito dell’attuazione della presente Politica
c) Sviluppo di un programma di formazione per dipendenti e rappresentanti di TROTON Sp.z o.o.
3. Titolari di processi aziendali presso TROTON Sp.z o.o. sono responsabili di:
a) Assicurare la conformità dei processi aziendali monitorati nell’ambito del Sistema anticorruzione con la Politica;
b) Preparazione e aggiornamento dell’elenco dei rappresentanti di TROTON Sp.z o.o.
c) Applicazione di clausole anticorruzione ai contratti commerciali

4. In periodi semestrali, il coordinatore anticorruzione riferisce al presidente del consiglio di amministrazione sullo stato di attuazione della politica anticorruzione presso TROTON Sp.z o.o.

 

                                                                                                                                                                 § 7

                                                                                                                Modifiche e miglioramento della politica anticorruzione

  1. Il coordinatore anticorruzione effettua una revisione del sistema una volta ogni tre anni per valutare l’efficacia e l’efficienza del sistema anticorruzione presso TROTON Sp.z o.o.
  2. Le raccomandazioni delle revisioni del sistema anticorruzione sono attuate nell’ambito della valutazione della politica anticorruzione presso TROTON Sp.z o.o.Presidente del consiglio di amministrazione di TROTON Sp.z o.o.
    Jan Wołejszo

Troton Sp. z o.o.

Ząbrowo 14A
78-120 Gościno
Polska

tel./fax +48 94 35 126 22
e-mail: troton@troton.com.pl